lunedì 13 maggio 2013

La Mutevole Natura Dei Blog

Uhm... da dove cominciare ? Il discorso che voglio intraprendere in questo post l'ho in mente da diverso tempo ma solo ora mi è venuta voglia di scriverlo e l'argomento è il Blog. Non il mio ma in generale. Sarò sincero. Mi da abbastanza fastidio che venga associata questa parola a diverse cose ultimamente (chi ha orecchie per intedere, intenda). Sarà che ho sempre considerato il Blog come un vero e proprio diario personale dove chiunque possa scriverci quel diavolo che vuole ma non un sito vero e proprio. E la differenza tra queste due strutture multimediali narrative è rilevante e non di poco conto. Adoro i blog che vengono scritti col cuore, quelli dove il blogger di turno esprime le proprie emozioni in mille diverse forme (racconti di vita quotidiana, aneddoti, poesie, disegni, storie, deliri vari, ecc), magari anche scrivendo scemenze ma facendolo sempre con l'istinto e col cuore. Odio quelli che usano i Blog per pura e ridicola propaganda, qualsiasi siano le loro idee.
Siamo passati nel corso degli anni da una bellissima cosa che fungeva da diario personale a veri e propri siti chiamati impropriamente Blog.
E tutto questo distorce le meravigliose realtà personali che si celano dietro questo diario virtuale.
Evoluzione dei termini e dello sviluppo delle idee ? La chiamerei più involuzione del linguaggio e semplificazione bieca delle menti


Image By Max Ernst

See Ya

1 commento:

Kiicsiga ha detto...

Per non parlare dei social network, e soprattutto Facebook, che ha impigrito molte persone a scrivere sui blog. Oltre a scrivere di molto di meno spesso su queste piattaforme si cela la mania del protagonismo. Persone che vogliono solo apparire, sentirsi fighe, importanti, cercando di riscuotere più "mi piace" possibili.
Detesto ancora di più Twitter che ti limita lo spazio arrivando a postare solo una frasetta. Tumblr è, diciamo, caaaarino, ma è solo un cosidetto "tlog" poiché la funzione principale è quello di condividere e ricondividere immagini, gif, frasi.. Ci sarà ovviamente qualcuno che condivide cose personali, ma la maggior parte si limita solo a condividere altre img già esistenti. Niente di poi così tanto personale.
Nessuna di queste piattaforme è all'altezza dei blog. Credo che il blog siano la miglior piattaforma sociale che esista. Qui almeno ti crei un tuo spazio, la personalizzi, scrivi ciò che vuoi, ciò che ti passa per la testa, e chi vuole viene a farti visita. Io non ho il coraggio di esprimermi più di tanto su fb, a parte che ho contatti familiari e conoscenti con cui mi imbarazzerebbe un pochino, ma poi si tende sempre a criticare. Va bene, magari potrei cancellarle, ma comunque non mi ispirerebbe ad utilizzare quella piattaforma come blog. Ci si mette anche la grafica che è uniforme a tutti. ^__^